Home » Mastoplastica Additiva

Mastoplastica Additiva

Mastoplastica additiva -Prof. Massimo Vergine-Roma

Mastoplastica additiva -Prof. Massimo Vergine-Roma - Chirurgia plastica mammella

Informazioni sulla mastoplastica additiva 

Chirurgia plastica della mammella

A cura del prof. Massimo Vergine-Roma

 

 La mastoplastica additiva è un intervento chirurgico che  aiuta ad aumentare il volume del seno  mediante l'impianto di protesi mammarie ed in caso a modellarlo, correggendo eventuali asimmetrie mammarie.

 

INDICAZIONI ALLA MASTOPLASTICA ADDITIVA

     La mastoplastica additiva con protesi mammarie rappresenta nell'ambito della Chirurgia Plastica uno degli interventi più richiesti.

Secondo le ultime indagini della Societa di Chirurgia Plastica Americana (American Society of Plastic Surgeons), la donna sceglie di sottoporsi ad un intervento di mastoplastica additiva per migliorare la propria autostima e la propria immagine corporea.

I più comuni difetti estetici che vogliono correggere con la mastoplastica additiva sono:

Scarso sviluppo delle mammelle  già dall'età adolescenziale ( ipoplasia mammaria congenita)

Diminuzione di volume mammario dopo gravidanze e allattamento

Mammelle che non mostrano perfetta simmetria di volume e forma (asimmetria mammaria)


A QUALE ETA' SI PUO' FARE LA MASTOPLASTICA ADDITIVA CON LE PROTESI MAMMARIE ?

   Si può essere sottoposte all'intervento per mastoplastica additiva  a qualsiasi età, purchè dopo che il seno  sia completamente sviluppato, ma comunque è obbligatorio  aspettare che la paziente abbia compiuto almeno 18 anni

   COME SI SVOLGE LA PRIMA VISITA PER LA MASTOPLASTICA ADDITIVA?

   
 La prima visita nella mastoplastica additiva per l'aumento del seno è una fase molto importante in quanto in questo contesto  la donna può  porre una serie di domande al chirurgo  che possono aiutare a creare una discussione costruttiva per l'intervento.

Durante il consulto è importante parlare della storia clinica della paziente , comprese eventuali allergie a farmaci e sostanze e le motivazioni che vi hanno indotto a scegliere di aumentare il volume delle mammelle. 

  Il colloquio introduttivo  resta una fase importantissima in quanto si raccolgono informazioni sullo sviluppo delle mammelle durante l'adolescenza, o se ci sono state alterazioni durante l'assunzione di farmaci od ormoni o se ci sono state importanti variazioni di volume in caso di gravidanze e relativi allattamenti.

Si passa quindi all'esame obiettivo del seno dove si valuta la situazione anatomica , prendendo in considerazione  il volume , asimmetrie di volume e di forma,elasticità della cute  variazioni nel posizionamento e dimensioni delle areole, se i solchi sottomammari sono simmetrici.

Quindi si passaq alla scelta delle protesi mammarie in gel di silicone : in questo caso si potranno valutare la forma ( rotonda o anatomica) ed il volume più idoneo alle proprie caratteristiche del torace cercando di far convergere il desiderio della paziente con le indicazioni del chirurgo

Mastoplastica Additiva -Incisioni

Nella mastoplastica additiva, il chirurgo potrebbe offrire le seguenti opzioni di incisioni per creare le tasche mammarie.

  • Incisione al solco mammario 
  •  Incisione periareolare

La scelta dell'incisione dipende da molti fattori, tra i quali il diametro dell'areola, il volume mammario da inseriree la scelta della paziente

Questa opzioni vanno discusse insieme al chirurgo che presentera vantaggi e svantaggi del tipo di incisioni.

L'incisione al solco mammario permette di pozionare le protesi senza attraversare la ghiandola mammaria e quindi senza interrompere nessun dotto galattoforo; ciò sarà molto importante per garantire un futuro allattamento. Non sarà molto visibile con la paziente in posizione eretta, ma leggermente visibile in posizione supina.

L'incisione al solco mammario, prevalentemente nel bordo inferiore, è molto comada soprattutto per le areole con almeno un diametro di 3,5-4 cm e permette un alloggiamento comodo delle protesi sia in sede retroghiandolare che sottomuscolare.

Approccio chirurgico e sensibilità: un recente studio (Klatsky e coll.) ha dimostrato che non esiste alcuna rilevante differenza di perdita di sensibità tra l'incisione periareolare e quella al solco mammario: al contrario una diminuzione di sensibilità può essere causata da un impianto mammario molto voluminoso.

 

QUALI TIPI DI PROTESI NELLA MASTOPLASTICA ADDITIVA

 

Le protesi mammarie che si utilizzano nella mastoplastica additiva possono essere di due forme. ROTONDE E ANATOMICHE .Il contenuto è in gel GEL COESIVO e l'involucro esterno di solito si utilizza quello TESTURIZZATO

PROTESI ROTONDE: hanno il vantaggio di un costo più contenuto e si può utilizzare sia  in sede retroghiandolare che retromuscolare. Hanno una buona capacità di riempimento sopratutto per quelle donne a cui piace un polo superiore più "pieno" . Non possono essere utilizzate in caso di lieve ptosi mammaria e inoltre non hanno l'inconveniente della possibile visibilità e cambiamento di forma della mammella in caso di rotazione come può avvenire seppur in rari casi con le protesi anatomiche

 PROTESI ANATOMICHE: vengono denominate spesso protesi a " goccia" e richiamano una forma più naturale del seno.  Si possono utilizzare sia in sede retroghiandolare che sottomuscolare e danno un buon riempimento prevalentemente del polo inferiore. Si possono utilizzare in caso di lieve ptosi mammarie . In caso di rotazione che è una complicanza che può avvenire nel 3-5 % dei casi si deve comunque rioperare per riposizionarle. 

 
Dove si posizionano le protesi mammarie
 
 Le protesi mammarie possono esserre alloggiate in due tipi di tasche
 
     PROTESI NELLA TASCA  RETROGHIANDOLARE questa sede è indicata in donne che abbiano già un pò di tessuto mammario di copertura; quindi sconsigliata in donne con evidente ipoplasia mammaria. La sede è immediatamente dietro la ghiandola mammaria e al davanti del muscolo grande pettorale
Inoltre tale tecnica ci permette di avvicinare le protesi alla linea mediana sternale eliminando quel difetto di protesi "distanti" al centro come in alcuni casi di posizionamento retromuscolare.
In questo caso la convalescenza è più rapida  e mancando l'effetto della contrazione muscolare sarà minore o assente qualsiasi problematica legata alle deformazione della protesi. E? la soluzione più rapida quando si voglia aumentare di una -due taglie il seno partendo comunque da un seno con almeno un pò di ghiandola presente.
 

PROTESI NELLA TASCA  RETROMUSCOLARE : in questo caso la protesi viene inserita tra il piano costale ed il muscolo grande pettorale , anche realizzando talvolta la cosiddetta posizione dual-plane che consiste in un alloggiamento parziale tra il muscolo grande pettorale e retroghiandolare nel polo inferiore.  Questa tecnica comporta una migliore distribuzione della protesi mammarie, con ridotto stiramento delle fibre muscolari e quindi anche meno dolore postoperatorio.
In questo tipo di alloggiamento la ripresa sarà un pò più lenta ed anche un pò più lunga la ripresa di qualsiasi attività sportiva( in media 35-40 giorni). questo tipo di tecnica non è molto indicata in caso di ptosi mammaria

QUALE TIPO DI ANESTESIA NELLA MASTOPLASTICA ADDITIVA?

La mastoplastica additiva viene di solito eseguita in regime di day-hospital o al massimo con una notte di degenza e in anestesia generale senza intubazione (cioè solo con l’ausilio della maschera laringea).

E' indispensabile per questo sottoporsi preventivamente ad esami ematochimici, un elettrocardiogramma, ad una radiografia del torace,un ecografia mammaria e dove richiesta anche una mammografia.

Il chirurgo con la collaborazione dell'anestesista visionati dli accertamenti potranno valutare quindi le condizioni cliniche della paziente

Mastoplastica Additiva: Tecnica Operatoria

Mastoplastica Additiva: Tecnica Operatoria - Chirurgia plastica mammella
L'intervento di mastoplastica additiva dura circa un ora e viene eseguito preferibilmente in anestesia generale leggera, oppure in anestesia locale con sedazione .
Poco prima dell'intervento viene effettuato il disegno preoperatorio , valutando eventuali correzioni di asimmetrie mammarie, rivalutando l'intero piano operatorio già discusso nella visita preliminare e apportando eventuali piccole modifiche.
Attaverso l'incisione praticata si accede in sede retroghiandolare o nella sede retromuscolare per effettuare uno scollamento e creare una tasca di ampiezza tale per permettere l'alloggiamento della protesi mammarie scelte.
  Quindi una volta eseguiti questi atti bilateralmente si posizionano  le protesi mammarie e si lascia un piccolo drenaggio aspirativo che verrà rimosso 24 ore dopo. 
Si chiudono quindi i piani di accesso e le incisioni cutanee si suturano con filo intradermico invisibile e riassorbibile per una migliore cicatrizzazione ed evitare così la loro rimozione.

IL POSTOPERATORIO DELLA MASTOPLASTICA ADDITIVA

  Dopo l'intervento viene praticata una medicazione leggermente compressiva, che abitualmente viene rimossa nell'arco di 2-3 giorni e sostituita da un reggiseno contenitivo di misura adeguata al nuovo volume del seno. Tale reggiseno andrà indossato per alcuni giorni evitando di portare altri reggiseni che possano creare deformazioni delle protesi mammarie ( come asd esempio quelli con i ferretti).

Se la paziente accusa un lieve fastidio o dolore di solito si somministra un antidolorifico in clinica e comunque si inizia una terapia antibiotica che verrà proseguita a casa per almeno una settimana.
 
Verrà somministrato un antibiotico endovena che si proseguirà poi a casa per altri 5/6 giorni in compresse.
 
Dopo la dimissione bisogna evitare per almeno quattro settimane di praticare qualsiasi tipo di sport e piscina. Evitare di esporsi al sole nei successivi 2 mesi: 
 

Complicanze Mastoplastica Additiva

La mastoplastica additiva comporta delle comuni complicanze come tutti gli interventi quali ematomi, infezioni, difetti di cicatrizzazione . Per ridurre al minimo tutto questo è bene eseguire scrupolosamente le indicazioni e suggerimenti del chirurgo.

Problemi di cicatrizzazione, anche se avvengono raramente si può dire che dipendono sempre dal tipo di pelle e dalla qualità di cicatrizzazione che ogni paziente possiede:  

Gli Ematomi  di solito sono rarissimi in quanto è difficile la formazione di tasche di raccolte ematiche considerando che nelle prime 24 ore si inseriscono dei drenaggio che ne garantiscono la fuoriuscita di piccole raccolte e secrezioni.

Infezioni : ormai molto rare se si effettua una buona terapia antibiotica postoperatoria 

Dislocazione  delle protesi mammarie: può avvenire se le protesi non occupano  in maniera corretta le tasche. Può avvenire già dopo le prime settimane o per problemi dovuti a raccolte sieroematiche o a possibili sforzi eccessivi eseguiti dalla paziente contraendo i muscoli pettorali ( precoce inizio di sport o comunque sforzi eccessivi in alcuni lavori ).

Contrattura capsulare Una complicanza della mastoplastica additiva che può avvenire anche a distanza di alcuni mesi dall'intervento è la cosiddetta contrattura capsulare che consiste in un indurimento della capsula esterna della protesi per eccessiva ed imprevista reazione dell'organismo alla presenza delle protesi mammarie.   

 
 
 

 

   Programma di garanzia protesi mammarie al gel di silicone : Le protesi mammarie utilizzate per l'aumento del seno sono esclusivamente di marca Mentor o Allergan (Natrelle) che offono una vasta gamma di misure e forme. Dopo l'intervento di mastoplastica additiva ti verrà fornito un tesserino con le etichette delle protesi impiantate con il quale si aderisce automaticamente ad una garanzia aa vita contro la rottura o difetti delle protesi mammarie.

Potrete trovare i programmi di garanzie sui siti ufficiali della mentor e dell'allergan (natrelle) che potrete leggere ed eventualmente  commentare con il chirurgo  

 

                                                                       

Prenotazione visita mastoplastica additiva

Prenotazione visita mastoplastica additiva - Chirurgia plastica mammella

    

                                                                       Prof. Massimo Vergine

  
                                                          Studio medico-One Day medical center

                                              Via Attilio Ambrosini114-Roma tel.: 06.45212038    

                                                                 cellulare :  3396166430         

                                 Per informazioni e consulenze sulla mastoplastica additiva  online scrivi a

                                                                            info@massimovergine.it